29
Sun, Mar

Rhiag, il 2020 e le sfide del futuro

Partner
Typography
Il futuro dell’auto è sempre più rivolto alla tecnologia innovativa. Lo sanno bene le case costruttrici, i grandi distributori e gli autoriparatori. E per essere sempre all’avanguardia e “connessi” al futuro, bisogna creare sinergie produttive e altamente qualificate. Per questo Rhiag Group, tra i leader mondiali della grande distribuzione di ricambi, è sempre più vicina agli autoriparatori e ai ricambisti. Nei prossimi anni si imporranno nuovi standard per la riparazione ai quali le officine dovranno adeguarsi per rimanere competitive. E proprio per farsi sempre trovare “sul pezzo”, parafrasando un gergo giornalistico, Rhiag mette a disposizione un catalogo dedicato alla formazione a cui aderiscono più di 4.500 operatori. Ogni anno il colosso della ricambistica introduce nuovi corsi per le esigenze e le trasformazioni del circolante. Qualche esempio? Per il 2020 sono previsti corsi per le nuove motorizzazioni quali Fca Firefly, Vag; per i nuovi veicoli Golf 8 e la nuova piattaforma Mercedes. E ancora: trasmissioni automatiche, manutenzione cambi automatici e trasmissione automatica 8 rapporti Aisin e Warner; diagnostica; nuove tecnologie quale Scr; veicoli ibridi ed elettrici oltre alla certificazione Pes-Pav per i plugin, e ci sarà il corso sull’ibrido Fca e sulle procedure di manutenzione su veicoli ibridi ed elettrici. Ovviamente non finisce qui, Rhiag ha pensato anche al supporto totale. Alla formazione si aggiunge la banca dati tecnica Autodata e-Haynes Pro integrate da un servizio di assistenza tecnica sempre attivo tramite telefono o ticket da piattaforma. Ma l’autoriparatore è anche un imprenditore e ciò comporta anche avere tutto “sotto controllo”, come nelle migliori tradizioni. La gestione dell’officina è strategica per affacciarsi alle nuove sfide del mercato e Rhiag propone un gestionale sviluppato per l’autoriparatore-imprenditore. Si chiama “GO” e attraverso questo software il riparatore può effettuare preventivi e fatture elettroniche e gestire il magazzino.   Altro aspetto importante sul quale Rhiag ha posto molto importanza riguarda l’automobilista, rendendo più facile a potenziali clienti conoscere le attività promozionali e trovare l’officina più vicina. Basta accorgersi della digitalizzazione dei volantini delle promozioni stagionali, trasformati già da diversi anni in versione web e diffusi su DoveConviene, prima App per consultazione e pianificazione dello shopping, grazie alla quale è stato possibile raggiungere un ampio pubblico ma anche registrare dati come letture, tempo medio di lettura ed effettiva visita all’officina tracciata mediante geolocalizzazione. E poi c’è la comunicazione, sempre più strategica e mirata, sulla quale Rhiag ha da sempre posto molta attenzione, in particolare attraverso i più comuni social network, oggi più che mai di uso quotidiano. La rete di officine “a posto” utilizza la potenza del digital per diffondere contenuti informativi ed educativi sull’importanza di una corretta manutenzione auto. Ecco spiegate le varie iniziative mirate in collaborazione con il programma televisivo SafeDrive, diffuso anche via social; una serie di educational sul sito Sicurauto.it; una webserie in collaborazione con Automoto.it. Insomma, per il 2020 si prospetta un anno ancora più digitale, tecnologico e futuristico per Rhiag, i ricambisti e gli autoriparatori.