Problemi alla frizione? I consigli dei meccanici PuntoPro

Partner
Typography
I problemi alla frizione sono fra i più comuni fra quelli che si possono riscontrare in un’auto, e ne sono soggette tutti i modelli di automobili, dalle city car alle berline extra lusso. Ecco i campanelli d’allarme che dovrebbero indurci a farla controllare: Pur mantenendo un’andatura costante il contagiri della vostra auto sale di molto senza che premiate l’acceleratore. Il punto in cui la frizione “stacca” ha subito dei cambiamenti. Il pedale della frizione non funziona correttamente: è duro o resta a fondo corsa e stenta a risalire. La leva del cambio vibra. La frizione alla partenza strappa o slitta. I cambi di marcia sono ruvidi o meno fluidi Tutti questi sintomi non sono da sottovalutare, in quanto indicativi del fatto che qualcuno dei componenti della frizione ha subito alterazioni più o meno serie: nel migliore dei casi potrà bastare una sostituzione dell’olio nella scatola del cambio, nei peggiori andrà sostituita l’intera frizione. La durata di quest’ultima dipende molto anche dal tipo di guida : è buona abitudine guidare togliendo completamente il piede dal pedale della frizione e, al momento di cambiare marcia, “sfrizionare” il meno possibile. Uno dei problemi più comuni che si verificano quando la frizione viene maltrattata della cosiddetta “frizione colata”: in pratica il disco cola sul volano del motore e rimane incollato ad esso, rendendo molto difficile o addirittura impossibile il cambio delle marce. Prima di arrivare a questo punto i meccanici della rete PuntoPro consigliamo di prestare molta attenzione ai segnali che manda la vostra auto, senza dimenticarvi di far controllare periodicamente la frizione, per evitare danni seri.